Tensione tra militanti di sinistra ed esponenti di CasaPound

Momenti di scontro si sono verificati nel quartiere romano di Casal Bertone con i due “schieramenti” pronti a rimpallarsene la responsabilità. Nel pomeriggio di venerdì le due fazioni si sono fronteggiate lanciandosi bottiglie e bastoni e per ristabilire la calma è dovuta intervenire la polizia.

CasaPound in una nota parla di “un assalto”, “preordinato da giorni”, al locale circolo futurista. CasaPound parla di un’aggressione subita dalla madre di un militante, la cui auto sarebbe stata prima circondata, poi presa a calci e infine fatta oggetto di un lancio di oggetti.

Secondo il capogruppo della Federazione della sinistra alla Regione Lazio, Ivano Peduzzi, e il portavoce romano della Fds, Fabio Alberti, era stato invece proprio “un gruppo di fascisti, riconosciuti come esponenti di Casapound”, a fare irruzione con caschi e bastoni nei Magazzini Popolari di Casal Bertone, aggredendo due ragazzi del collettivo. “Un’azione premeditata – accusano – che fa salire almeno a tre gli episodi avvenuti nell’arco di un mese”.

Oggi alle ore 16:00 a Ostia, in Piazza della Stazione Vecchia, è in programma una manifestazione promossa dal Coordinamento romano antifascista a “difesa dell’ordine democratico e della Costituzione”.

Lascia un commento