Oltre 32 mila euro di debito per ogni italiano

L’attuale livello di debito pubblico (1.935,829 miliardi di euro) pesa sulle spalle di ciascuno di 60 milioni di italiani per 32.300 euro. Lo hanno calcolato Abusdef e Federconsumatori, le associazioni dei consumatori, secondo le quali, in un anno, dal febbraio 2011 al gennaio 2012 il debito pubblico è passato da 1.875,917 a 1.935,829, con un aumento di 59,912 miliardi di euro.

Pertanto, solo nell’ultimo anno, l’aumento del carico per ciascun italiano e’ stato pari a 998 euro. Al Governo Monti spetta comunque il record dell’accumulo di debito. Dal 1996, infatti, gli incrementi del debito pubblico sono andati crescendo di volume. Il primo Governo di centro sinistra (1996-2001) ha proceduto a colpi di 2,7 miliardi di euro al mese. Col successivo Governo Berlusconi (2001-2006) siamo arrivati ad oltre 3,8 miliardi al mese.

Il nuovo Governo Prodi (2006-2008) ha ritoccato le emissioni portandole a 3,9 miliardi/mese. Con l’ultimo Governo Berlusconi (2008-2011) l’incremento si impenna fino a superare i 6 miliardi/mese. Finora, il Governo Monti (col paese ancora in emergenza) raddoppia e va oltre: quasi 15,5 miliardi di euro/mese. “E’ comunque impressionante – notano le due associazioni – l’incremento nel mese di gennaio: circa 38 miliardi di euro.

A fine dicembre il debito si attestava, infatti, a 1.897,646 miliardi di euro, in calo rispetto a novembre anche per via degli anticipi sulle dichiarazioni dei redditi 2012. Vedremo alla prova il nuovo governo non appena il paese uscira’ dall’emergenza”.

Lascia un commento