Scure montiana sui voli di Stato

Stretta sui “voli blu” decisa da Mario Monti comunicata con una nota ufficiale di Palazzo Chigi. Una scelta annunciata da tempo e già applicata in alcune occasione. Per seguire il Premier nel suo viaggio in Liba dello scorso gennaio i giornalisti avevano dovuto versare 200 euro.

I familiari di ministri e sottosegretari potranno salire sugli aerei di Stato solo se sono sotto protezione e hanno una scorta. I giornalisti invece potranno volare con gli uomini del Governo solo se la destinazione si trova in un’area di crisi, è difficile da raggiungere e non ci sono voli di linea. E comunque gli inviati dei giornali e delle tv, compresi i tecnici, dovranno pagare allo Stato il “passaggio”. La cifra prevista va da 500 euro a 2.500 a secondo della località da raggiungere.

Lascia un commento