Magnano in Riviera, consultabile il fondo donato da don Mario Gerussi

Sono 1.200 i libri che il parroco di Billerio, don Mario Gerussi, scomparso lo scorso anno, ha donato alla comunità di Magnano in Riviera. Testi che sono stati tutti catalogati e che oggi sono consultabili, in un comparto a sé stante, nella biblioteca civica del paese collinare.

Il sacerdote donò i testi quand’era ancora in vita, nel 2007. In quell’anno lasciò, per l’età e motivi di salute, la cura della Parrocchia di San Giacomo Apostolo di Billerio per essere accolto nella casa di riposo per presuli dell’Arcidiocesi. Decise, allora, di non lasciare quel patrimonio librario nella casa-canonica di Magnano, ma di metterlo generosamente a disposizione della popolazione.

Da allora il volontario civico Marco Revelant, che segue gratuitamente la biblioteca di Magnano, ha avviato un’opera di catalogazione dei testi donati e li ha esposti per la consultazione in un vano dedicato all’interno della biblioteca stessa, a disposizione per la consultazione e il prestito.

“Si tratta – spiega Revelant – di libri perlopiù di letteratura greca e latina. Don Gerussi, infatti, è stato professore e poi preside del liceo classico di Udine ‘San Bernardino da Siena’, profondo conoscitore quindi della letteratura italiana e classica. Il fondo, inoltre, conta numerosi volumi che trattato di fotografia e di pesca, due delle passioni del sacerdote. Ci sono, infine, diversi libri di letteratura moderna. Un patrimonio importante per la comunità di Magnano e per tutti i friulani”.

Don Gesussi era nato a Noglareda di Tarcento il 19 giugno del 1924 ed è stato parroco di Billerio dal 1994 al 2007. Ha insegnato per 41 anni, per 23 è stato preside, anche del liceo linguistico “Pre Bepo Marchet” e ha visto avvicendarsi negli studi diverse migliaia di allevi (500 dei quali hanno poi raggiunto il traguardo della laurea). Nel 1996 gli è stata assegnata dal Presidente della Repubblica la Medaglia d’oro di Benemerito della cultura e dell’arte. È stato anche giornalista e scrittore, autore del libro “Genti e volti della mia infanzia e della mia adolescenza”.

Con il fondo Gerussi, la biblioteca di Magnano conta oggi circa 9100 volumi; è frequentata da 156 utenti, in costante crescita negli anni, e nel 2011 ha registrato oltre 600 prestiti, da parte di lettori di tutte le età, dai bambini agli over 80enni. Oltre a Revelant, la biblioteca è seguita anche dal volontario civico Luigi Ridolfi e resta aperta al pubblico il mercoledì sera e il sabato mattina.

Lascia un commento