Savona, preoccupazione mantenimento impianti a carbone centrale termoelettrica

In merito a quanto apparso sugli organi di stampa relativamente al mantenimento dei vecchi impianti a carbone della Centrale termoelettrica di Vado-Quiliano, l’amministrazione comunale esprime, attraverso una nota stampa, la propria preoccupazione per una vicenda delicata e complessa per le condizioni ambientali di un ampio territorio, sottolineata dal sindaco di Savona Federico Berruti e dall’assessore all’Ambiente Jorg Costantino.

Le intenzioni della delibera regionale erano e sono chiare. Sostituire gli impianti vecchi con nuovi impianti dotati delle migliori tecnologie esistenti.

Nel periodo transitorio è necessario che venga rispettata appieno la delibera regionale imponendo che l’Aia sui gruppi esistenti porti a veri risultati di miglioramento rispetto alla situazione attuale.

Nel pieno rispetto dei ruoli e delle competenze territoriali e delle leggi vigenti, nel sostegno convinto del dialogo costruttivo tra le parti e dell’ascolto delle istanze della collettività, l’amministrazione comunale di Savona, che da tempo ha fatto la scelta a favore delle energie rinnovabili anche con atti formali come l’approvazione del Piano Energetico Comunale, esprime la propria preoccupazione e l’auspicio che i termini dell’accordo siano rispettati e sviluppati nell’unico e prioritario interesse della salute dei cittadini, affinché venga concretamente ed immediatamente messo in pratica tutto quanto possa essere fatto per contenere le emissioni da subito e avviando un monitoraggio dei dati ambientali in modo certo ed indipendente.

Lascia un commento