Celentano torna in tv con Michele Santoro

107

Il suo intervento stavolta sarà però sotto forma di intervista, registrata da Sandro Ruotolo che ha raggiunto l’artista nella sua casa di Galbiate. Una lunga attesa, l’apparizione all’Ariston nella prima serata, martedì 14 febbraio, gli attacchi alle testate cattoliche Famiglia Cristiana e Avvenire, le reazioni e il caos, l’ira della Chiesa, il “commissariamento” del Festival con l’arrivo del vice direttore generale della Rai Antonio Marano, l’appello del direttore generale della Rai, Lorenza Lei, con l’invito al “buon senso” e alla “correttezza”, e poi la seconda esibizione, durante la serata finale del Festival, sabato 18. Con tanti applausi ma pure fischi, una contestazione alla quale da subito il Clan non ci ha creduto, tant’è che Claudia Mori, al termine dello show, ha apostrofato il consigliere d’amministrazione Rai Antonio Verro con un “grazie per la buffonata che avete organizzato”. E giù altre polemiche.

Una settimana di passione, quella che ha visto protagonista Celentano al suo ritorno in televisione dopo lunga assenza. Fortissimamente voluto dagli organizzatori del Festival, scarso di ospiti e di protagonisti forti, che fin dal principio hanno puntato sulla presenza del cantante perché la 62esima edizione facesse il botto.

Adesso, Celentano torna a dire la sua su quel che è stato e sul perché. Che cosa lo ha spinto ad attaccare quelle testate, l’indignazione di fronte alla sua richiesta di chiusura dei giornali, come ha reagito di fronte al polverone sollevato da quel palco. Ospiti di Santoro l’ex presidente della Rai Lucia Annunziata, Carlo Freccero direttore di Rai 4, il direttore di Rainews24 Corradino Mineo, Norma Rangeri del Manifesto, il direttore di Libero Maurizio Belpietro, Antonio Di Pietro, il consigliere dimissionario del cda Rai Nino Rizzo Nervo e Massimo Bernardini conduttore del programma di RaiTre TvTalk. Ci sarà anche Dario Fo, in collegamento da Milano.