Napoli diamo un calcio alla camorra

84

E’ il titolo dato al torneo svoltosi presso la sede dell’Arci Scampia, in via Fratelli Cervi lotto U, tra la squadra composta dal presidente e dai consiglieri dell’Ottava Municipalità di Napoli, la Nazionale Magistrati e la Nazionale Giornalisti. La gara amichevole che ha coinvolto anche gli alunni dell’Itis Galileo Ferraris, i ragazzi del territorio e della scuola calcio dell’Arci Scampia, voluta dal presidente della VIII Municipalità Angelo Pisani, “è stata giocata per rappresentare l’impegno comune contro la criminalità perseguendo i valori della legalità e della solidarietà e l’importanza della condivisione con i giovani, che devono essere messi al primo posto”.

Oltre al presidente Pisani e ai consiglieri municipali, sono scesi in campo il gip di Napoli Bruno D’Urso, i pm anticamorra, il Procuratore aggiungo, e coordinatore della Direzione distrettuale antimafia, Federico Cafiero De Raho e il pm Catello Maresca, il giornalista Gianfranco Lucariello, l’astrologo Riccardo Sorrentino e altri ancora. Al torneo hanno preso parte il dirigente del commissariato di Scampia Michele Spina e il comandante dei vigili urbani, generale Luigi Sementa. E allora “diamo un calcio alla camorra” perché Napoli può tornare grande.