Vittoria e primato per la Juventus

91

La Juventus vince in rimonta contro il Calcio Catania e torna al comando della serie A. A Torino, nell’anticipo, i bianconeri si impongono 3-1 e ottengono il 23esimo risultato utile in altrettante partite di campionato: la squadra di Antonio Conte raggiunge quota 49 punti e ha ora lo stesso numero di partite del Milan, che ha due lunghezze in meno e domenica è impegnato sul campo del Cesena.

La squadra di Vincenzo Montella parte senza timori reverenziali e dopo quattro minuti è già in vantaggio. Il gol, il quarto in campionato, lo realizza il centrocampista argentino Pablo Barrientos, che con un sinistro a giro dalla distanza sorprende Gianluigi Buffon. La Juventus impiega diciotto minuti per pareggiare: l’1-1 porta la firma di Andrea Pirlo, che con una punizione a giro segna il primo gol in bianconero approfittando anche di un errato schieramento della barriera di Tomáš Košický, portiere slovacco degli etnei. Fabio Quagliarella colpisce una traversa alla mezzora, imitato due minuti dopo da Gonzalo Bergessio. La svolta della gara arriva però al 65’, quando l’ex Marco Motta rimedia il secondo giallo per un duro intervento su De Ceglie e viene espulso. In inferiorità numerica, il Catania capitola nove minuti dopo: sulla punizione di Pirlo, Košický sbaglia l’uscita e Giorgio Chiellini insacca di testa in tuffo. Non è finita, perché il numero 1 dei siciliani sbaglia anche un rinvio e serve Pirlo, che di prima offre un assist d’oro a Fabio Quagliarella: l’attaccante napoletano con il sinistro trova il secondo gol in campionato e chiude la partita. Per la Juventus, che deve ancora recuperare la partita con il Bologna FC e che nel prossimo turno se la vedrà in trasferta proprio con il Milan, è l’ennesima iniezione di fiducia; la squadra di Montella non sfigura ma vede interrompersi una striscia di tre risultati utili consecutivi.