A Milano un busto per Simón Bolívar

107

Un imponente busto in bronzo, raffigurante El Libertador Simón Bolívar, verrà posto a Milano al centro della Piazza Simón Bolívar, situata all’innesto di Via Lorenteggio con Via Misurata. Questo meritato tributo al generale Simón Bolívar (Caracas, 1873 – Santa Marta, 1830), eroe nazionale cui si deve la liberazione e l’indipendenza del Venezuela dagli Spagnoli, è un’iniziativa realizzata grazie alla collaborazione tra il Console Generale Gian Carlo Di Martino, l’Ente Nazionale Idrocarburi SpA (Eni), il Comune di Milano e il creatore dell’opera d’arte, Carlos Prada, noto scultore venezuelano.

Docente di arti plastiche e vincitore del Premio Nazionale d’Arte, Carlos Prada è un professionista che vanta un’ampia carriera artistica, per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Lo scultore ha eseguito diverse opere, tra cui l’opera monumentale realizzata a Puente Llaguno, in memoria dei compatrioti caduti durante gli avvenimenti dell’11 aprile 2002.

Sulle caratteristiche della scultura, il Console Generale Gian Carlo Di Martino ha spiegato che è alta 120 centimetri, il peso complessivo supera i 100 chili e sarà dotata di un piedistallo in marmo sardo. “E’ un segno di riconoscenza nei confronti di un grande leader che ha lasciato un’impronta incancellabile nella storia del Venezuela e dell’America Latina – ha affermato il Console Di Martino – e oggi il Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Milano, insieme alla comunità venezuelana residente in Italia, vogliono con quest’opera rendergli un tributo eterno”.

Il 15 febbraio 2012, alle ore 11:00, verrà scoperto il busto in onore di Simón Bolívar, noto come l’uomo più grande del Continente americano, e per rendere onore alla sua memoria è stato creato questo pezzo artistico sul quale sarà inciso quanto segue: “Ogni popolo sarà libero secondo i propri modi e godrà di sovranità, secondo la volontà della propria coscienza” .

All’evento parteciperanno l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Italia, Isaías Rodríguez, che terrà il discorso ufficiale, le autorità del Comune di Milano e i rappresentanti dell’Eni. “Sarà davvero motivo di grande orgoglio per il team di questo Consolato Generale – ha dichiarato il Console – inaugurare questa importante opera che richiama la memoria collettiva della nostra Nazione”.

Gian Carlo Di Martino è nato nel 1974 a Maracaibo. Personalità politica tra le più in vista del Venezuela, avvocato, Di Martino è stato fino al 2008, per 8 anni, sindaco di Maracaibo, dopo Caracas la più grande città del Venezuela. Figlio di emigrati abruzzesi, tra gli esempi più evidenti del ruolo e della stima conquistati dalla gente d’Abruzzo in Venezuela, laureato in Scienze politiche, Giancarlo Di Martino ha una grande confidenza con la storia delle relazioni internazionali, oltre ad una profonda conoscenza in campo penale e criminologico. Docente universitario, è stato direttore nello Stato dello Zulia della Sicurezza e dell’Ordine pubblico e Commissario regionale antidroga. Dall’aprile 2010 il Governo venezuelano gli ha affidato la guida del Consolato Generale di Milano, sede diplomatica molto importante, specie per le relazioni economiche con il mondo produttivo italiano. Giancarlo Di Martino, nel 2007, è stato insignito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine della Stella della Solidarietà italiana.