Un complotto per uccidere il Papa

E’ questo il titolo della prima pagina del Fatto Quotidiano in edicola oggi. L’autore dell’articolo è il giornalista Marco Lillo che sostiene di aver trovato un documento in tedesco in cui si riporta che un alto prelato avrebbe riferito di aver sentito un altro prelato parlare con una delegazione cinese di un possibile complotto per uccidere Benedetto XVI.

Il direttore del Fatto Quotidiano, Antonio Padellaro, ha detto che il documento sarà pubblicato integralmente sul giornale. L’annuncio della notizia è stato dato durante la trasmissione Servizio Pubblico di Santoro.

Un complotto per uccidere il Papa. Entro 12 mesi. Il giornale riferisce di un appunto consegnato dal cardinale Castrillon, di cui sarebbe a conoscenza Benedetto XVI, che riporta quanto detto durante un suo viaggio in Cina dal cardinale Romeo, arcivescovo di Palermo, che parla di un possibile attentato al Pontefice. Il documento, scritto in lingua tedesca il 30 dicembre 2011, sarebbe stato consegnato al papa un mese fa. Vi si parlerebbe esplicitamente di ‘complotto omicidiario’ ai danni di Benedetto XVI e, addirittura, del suo successore, che sarebbe il suo “delfino”, l’attuale arcivescovo di Milano, Angelo Scola.

“Si tratta evidentemente di farneticazioni che non vanno prese in alcun modo sul serio”, così il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, ha definito quanto affermato dal documento citato nella trasmissione.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin