L’Umbria si interroga sulla siccità in cerca di soluzioni

120

Istituire una cabina di regia tra Regione Umbria, Province e associazioni degli agricoltori, per studiare soluzioni e anticipare eventuali criticità durante il periodo estivo derivanti dalla carenza di precipitazioni in Umbria: è quanto deciso nel corso di una riunione che si è svolta nella sede della Regione Umbria di Piazza Partigiani, tra gli assessori regionali all’Ambiente e all’Agricoltura, Silvano Rometti e Fernanda Cecchini, e i rappresentanti della Provincia di Perugia, delle Associazioni di categoria degli agricoltori e dell’Ente irriguo.

Durante l’incontro gli assessori Rometti e Cecchini hanno illustrato ai presenti la situazione relativa ai fiumi umbri e alle falde acquifere e, in particolare, hanno posto l’accento sulle misure adottate recentemente in merito all’invaso di Montedoglio e che dovrebbero garantire, attraverso una riduzione degli attingimenti, i fabbisogni anche con piogge al di sotto della media.

“Compito della Cabina di regia regionale – hanno spiegato gli assessori Rometti e Cecchini – sarà quello di stabilire un programma di interventi da attuare indipendentemente da un eventuale cambiamento dell’attuale situazione climatica e che, oltre a prevedere in tempi brevi il ripristino dell’invaso di Montedoglio e la messa a disposizione dell’invaso del Chiascio, dovrà verificare la possibilità di acquisire più volumi attraverso l’incentivazione e il ripristino degli invasi collinari presenti nel territorio umbro ed in gran parte non utilizzati, l’adozione di nuovi impianti a goccia e di tutti gli strumenti necessari per l’approvvigionamento idrico che non pregiudichino le produzioni agricole e contemporaneamente preservino l’ambiente. Infine avrà il compito di rappresentare al Ministero tutte le criticità per limitare al minimo eventuali danni per l’agricoltura umbra”.