Il giorno di San Valentino aumentano le nascite

106

La ricorrenza, conosciuta e festeggiata in gran parte del mondo, è anche un giorno prediletto dalle donne per far nascere i propri figli. Lo dimostra una recente ricerca della Yale University effettuata su milioni di certificati di nascita degli ultimi undici anni negli Stati Uniti. Il 14 febbraio i parti spontanei subiscono un aumento del 3,6 per cento e quelli cesarei del 12,1 per cento. Al contrario, nel giorno della festa di Halloween le nascite spontanee subiscono un calo del 5,3 per cento e i parti cesarei scendono del 16,9 per cento. “L’associazione fra le due ricorrenze non era mai stata indagata prima e la nostra ricerca suggerisce che le credenze derivanti dalla nostra cultura possono avere un grande impatto sulle funzioni dell’organismo tanto da influenzare non solo i parti programmati ma anche le nascite spontanee,” spiega Becca Levy, direttrice della ricerca pubblicata su Social Science & medicine e docente di epidemiologia e psicologia alla Yale School of medicine.

“L’indagine conferma che le donne non sono soggetti passivi al momento del lieto evento ma assumono un ruolo decisore che può facilitare la nascita o posticiparla, come già si ipotizzava in precedenza. Il simbolismo delle due ricorrenze è opposto. Il giorno di Halloween si associa alle streghe e alla morte ed è un giorno considerato sfavorevole alle nascite. Al contrario San Valentino, simboleggiato dai fiori e dall’amore, è considerato un giorno propizio”.