La crisi italiana è arrivata al punto di non ritorno

A certificare il “collasso” italiano è direttamente il Fondo Monetario Internazionale. Nonostante il Premier Mario Monti ha “affamato” il Paese. “L’Italia non ce la può fare da sola”. E’ la frase pronunciata dal direttore del Dipartimento degli affari di bilancio dell’Fmi, Carlo Cottarelli, sottolineando come sia più che mai necessario rafforzare il sistema anticrisi a livello europeo. Bene “la forte correzione dei conti” fatta dal Governo ma “ora servono le riforme strutturali”.

“L’Italia ha tre cose che deve fare. La prima è l’aggiustamento di bilancio, che già sta facendo a giusta velocità, con l’avanzo primario che migliorerà di oltre il 3 punti percentuali del pil quest’anno e – evidenzia Cottarelli – questo è un aggiustamento grande ma necessario. La seconda cosa sono le riforme strutturali, che l’Italia sta facendo, come mostrano le misure di liberalizzazione proposte dal Premier Mario Monti. La terza cosa va al di là di quello che Italia può fare da sola, ed è la necessità di un firewall dell’Europa più grande”.

[poll id=”2″]

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin