Persone intrappolate nel ponte 3 della Concordia

103

La speranza sulla Costa Concordia. Durante la notte due sopravvissuti al naufragio sono stati trovati dai vigili del fuoco all’interno della nave. Intorno alle sette del mattino, i soccorritori hanno sentito rumori proveniente dal ponte 3. Una zona particolarmente difficile da raggiungere, a causa degli arredi e della posizione della nave. Le ricerche sono continuate per tutta la notte. E’ stata esaminata la parte rimasta fuori dall’acqua. Con la luce si potrà esplorare la parte sommersa. Quando c’è stato il primo black-out si sono bloccate le serrature elettroniche delle cabine, è possibile che qualche passeggero sia rimasto dentro.

I due salvati, marito e moglie coreani in viaggio di nozze, entrambi di 29 anni, hanno risposto ai soccorritori e sono stati tratti in salvo dai vigili del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale). Si trovavano nella cabina 303: “Abbiamo capito che c’erano i soccorritori, ma non riuscivamo a farci sentire”. Si chiamano Hye Jim Jeong e Kideok Han. Sono stati portati via in ambulanza, per essere sottoposti a controlli. Sono provati, ma in buone condizioni. Una buona notizia arrivata a sorpresa, ma il bilancio del naufragio resta drammatico. Tre morti e 39 persone che ancora mancano all’appello.