Sciagura del mare al Giglio, la paura dei passeggeri sardi

179

”E’ stato un incubo, sembrava di essere sul Titanic, abbiamo veramente creduto di morire. Abbiamo sentito un botto enorme sono cadute bottiglie e bicchieri e c’erano urla in tutta la nave”.

Silvana Caddeo, Ignazio Deidda e Mirella Corda erano partiti mercoledì da Cagliari e ieri sera stavano cenando nel salone principale della nave quando, alle ore 21:40, hanno sentito un colpo fortissimo. I passeggeri raccontano che si è capito immediatamente che la situazione era grave tanto che la nave si è immediatamente inclinata da un lato.