Virginia Tech sparatoria con due morti

Nuova strage a Blacksburg negli Stati Uniti. La prima vittima è stata un agente che ha cercato di fermare l’aggressore nel corso di un semplice controllo del traffico, la seconda è stata uccisa nel vicino parcheggio. Lo rende noto l’università, la stessa dove nel 2007 lo studente di origini orientali, Seung Hui Cho, compì la strage più grave da parte di un singolo aggressore della storia americana: 32 persone furono uccise, poi l’attentatore si tolse la vita. Adesso il campus è stato completamente isolato ma gli spari continuano. L’aggresore è descritto come un uomo bianco, che indossa uan felpa marone e pantaloni grigi. Il sito dell’università raccomanda a tutti di rimanere dove si trovano e di non andare in giro per il campus.

La nuova sparatoria rimette subito sotto accusa la sicurezza dell’ateneo. Secondo molti siti web Usa, a partire dal Washington Post, gli standard di sicurezza non sarebbero cambiati dopo la strage del 2007. Nel mirino il capo della polizia dell’università, Wendell Flinchum. L’inchiesta all’epoca evidenziò i ritardi nel lanciare l’allarme.

Lascia un commento