Delitto Bruni la rabbia di Lamezia Terme

E’ finita in tragedia la storia d’amore tra Adelina Bruno e Daniele Gatto, due giovani disoccupati di Lamezia Terme in Calabria. Lui ancora non ha confessato l’omicidio ma gli inquirenti non hanno dubbi: Adelina è stata strangolata dal fidanzato che poi ha infierito sul suo volto con delle canne.

Gatto che si è consegnato al Commissariato di Polizia indicando il posto dove era il cadavere di Adelina, è stato subito sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con l’accusa di omicidio. I due erano usciti insieme nella sera di domenica come accadeva spesso. I genitori della ragazza non vedendola tornare, però, hanno avvertito la polizia che nella notte ha ritrovato il corpo in aperta campagna sotto un albero.

Ora sarà il medico legale a stabilire la dinamica dell’omicidio e, soprattutto, l’ora del decesso, tutti elementi utili per capire le ragioni di questo folle gesto.

C’è tanta rabbia a Lamezia Terme, dove familiari ed amici della vittima si sono radunati di fronte al commissariato di polizia. Si teme per l’incolumità dell’omicida.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin