Cassano colpito da ictus

81

Le condizioni di salute di Cassano non sarebbero gravi, la situazione clinica sarebbe in via di miglioramento e sarebbero scomparsi i sintomi, ma potrebbe essere necessario uno stop temporaneo dell’attività agonistica per effettuare ulteriori accertamenti diagnostici da cui si spera di chiarire con precisione la causa del malore. Per il neurologo Roberto Sterzi, già primario a Niguarda, “i sinitomi riferiti fanno pensare a un lieve ictus, ma solo gli accertamenti neuroradiologici e vascolari potranno spiegare le cause del malore. Non è da escludere un calo della pressione o un episodio di ipoglicemia”. Si è alzata una cortina di silenzio per garantire la privacy del giocatore, che in ospedale ha avuto al suo fianco la moglie Carolina praticamente per tutto il giorno.

Chi era a bordo dell’aereo, durante il volo ha visto Cassano alzarsi, sorridere e scambiare battute con i compagni. Poi, una volta sbarcato, incamminandosi verso la navetta, il barese ha avuto un principio di svenimento: annebbiamento della vista, disorientamento, spossatezza, difficoltà di parola e di movimento. In un primo momento si è pensato a un calo di pressione, o ai sintomi violenti di un aggressivo virus intestinale. Certo non un banale principio influenzale, così immediatamente è stato trasportato al Policlinico per esami.

“Ho sentito Cassano 5 minuti fa. Era di buon umore e mi è sembrato sereno”. Sono le parole di Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, che si esprime così sulle condizioni di Antonio Cassano. L’attaccante rossonero è ricoverato al Policlinico di Milano. “In questo momento i medici stanno facendo gli accertamenti e lui sta meglio”. Lo ha detto l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri a Malpensa. “Non ho sentito Cassano ma ieri ci siamo inviati dei messaggi. Lui risponde, la squadra non è sotto choc ma è molto dispiaciuta per ciò che è accaduto”.