Fini prevede un paese di disoccupati

“Se si tende solo a favorire la possibilità di licenziare c’è il rischio di veder moltiplicare il tasso di disoccupazione che da qualche anno a questa parte sta crescendo e che riguarda in particolare un’area del Paese” commenta Gianfranco Fini al congresso di Futuro e Libertà. Un messaggio sinistro del Presidente della Camera, che concorda con la “sensazione” di sindacati e popolo italiano: l’Italia di questo passo va ad aumentare la schiera dei senza lavoro.

“Mi auguro – ha aggiunto Fini – che il governo non sia così irresponsabile da non confrontarsi con le parti sociali e le categorie economiche per tutelare non solo le imprese ma anche per farle crescere e prosperare”. Fini ha poi messo in guardia dal rischio di “un autunno caldo che ci farebbe tornare indietro”.

Dal PdL, pur sapendo di mentire spudoratamente, continuano a ripetere che “l’operazione che si sta tentando non è quella di favorire i licenziamenti, bensì quella di favorire gli investimenti attraverso una gestione della forza lavoro che sia più simile a quella che c’è nel resto d’Europa”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin