I cimiteri romani si preparano all’invasione

132

Una grande partecipazione per la commemorazione dei defunti e come ogni anno Roma Capitale si prepara a vivere questa ricorrenza. Aperture straordinarie, visite guidate, celebrazioni liturgiche, servizi di accoglienza e informazione più ampi in tutti i cimiteri romani; questi i punti salienti del Progetto Accoglienza 2011, varato da Ama e Amministrazione capitolina  in occasione della commemorazione dei defunti. Alle tradizionali iniziative di accoglienza si aggiunge quest’anno un evento speciale per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. La visita gratuita presso le tombe dei personaggi che hanno fatto il Risorgimento e incarnato il sentimento unitario della Patria presenti nel cimitero del Verano.

“Speciale 150° anniversario dell’Unità d’Italia: la memoria di chi ha fatto l’Italia” questo il titolo dell’iniziativa che prevede lo svolgimento di due visite guidate al giorno, alle 11 e alle 15, e che ha avuto il logo ufficiale delle celebrazioni.

Quanto al potenziamento dei servizi di accoglienza negli 11 i cimiteri della Capitale, fino a mercoledì 2 novembre sarà rafforzato il presidio del personale Ama per informazioni e assistenza ai visitatori. I cimiteri resteranno aperti tutti i giorni secondo i seguenti orari: Verano, Flaminio e Laurentino h.7.30-18; Ostia Antica, San Vittorino, maccarese h.7-17; Cesano, S. M. di Galeria, Isola Farnese, Castel di Guido e S. Maria del Carmine (Parrocchietta) h.8-17.

Prevista, in tuti i cimiteri, la distribuzione del “Programma del Progetto Accoglienza 2011” e pieghevoli con notizie su orari, trasporti, servizi offerti, e informazioni sulle visite guidate organizzate al Verano. Presso i cimiteri Flaminio, Verano e Laurentino, in distribuzione anche mappe dettagliate per orientarsi. Indicati anche i numeri da chiamare per eventuali emergenze: SOS sicurezza cimiteri, tel. 06.49236252/5 dalle ore 7 alle ore 18; centrale operativa tel. 06.51693339/40/41 tutti i giorni 24 ore su 24.

Dal 28 ottobre al 2 novembre, al Cimitero Monumentale del Verano sono allestiti 5 punti accoglienza: tre gazebo in prossimità degli ingressi carrabili (Scalo San Lorenzo, via Tiburtina – altezza piazzale delle Crociate, via Tiburtina – altezza via di Portonaccio); un gazebo nelle adiacenze del monumento del “Crocione”; un gazebo nel piazzale antistante la camera mortuaria. Per agevolare gli spostamenti è stato inoltre potenziato il servizio gratuito di trasporto con navetta con 21 fermate e partenza dall’ingresso “Carri” di piazzale del Verano ogni 30 minuti. Dal 28 ottobre al 2 novembre c’è anche un servizio bus navetta con 19 fermate per l’area “Pincetto”.

Per tutto il periodo del Progetto Accoglienza, sarà possibile entrare nel cimitero con mezzi propri anche di domenica. Il Cimitero Monumentale verrà chiuso al traffico veicolare privato solo martedì 1 novembre. Consentito l’accesso per i diversamente abili. Fino al 6 novembre previsto inoltre il potenziamento delle “linee della memoria” dirette ai cimiteri capitolini.

Nelle giornate del 28, 29, 30, 31 ottobre e 1, 2, 5 e 6 novembre si svolgerà il programma culturale “Una passeggiata tra i ricordi. Visite guidate nel Cimitero Monumentale del Verano”. Queste visite, della durata media di 2 ore, sono condotte da guide specializzate e sono audio-assistite con microfoni e cuffie. Il programma è composto da 72 visite articolate su 8 itinerari tematici, e si svolgerà su 3 turni. Oltre alle citate visite in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia alle 10 e alle 17 anche una visita alle 12, su storia e cultura del Verano e della città. Il programma in dettaglio delle visite, insieme a quello delle celebrazioni liturgiche e alle informazioni su tutto il “Progetto Accoglienza” sulla pagina dedicata del sito dei Cimiteri Capitolini.

Alla presentazione del Progetto Accoglienza, che si è svolta al Tempietto Egizio del Cimitero Monumentale del Verano, hanno partecipato il vicesindaco, Sveva Belviso, il presidente dell’ Ama, Piergiorgio Benvenuti, e il presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia, Giordano Tredicine.