Ammortizzatori per 202 lavoratori della Keller di Carini

“Ancora una volta lo spirito è stato quello di continuare a garantire una tutela a dei padri di famiglia”. Lo ha dichiarato il sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali Nello Musumeci (La Destra)al termine della riunione, tenutasi oggi presso il ministero, per l’esame della situazione aziendale della Keller elettromeccanica  che interessa 202 lavoratori dell’unità produttiva di Carini (PA). L’attività di mediazione svolta dal mistero, accertata l’impossibilità di prorogare l’attuale strumento ordinario di cassa integrazione e guadagni per cessazione attività, ha permesso di trovare soluzioni alternative che consentiranno di attivare strumenti di sostegno al reddito in deroga con il coinvolgimento della competente Regione siciliana. “Ma è chiaro  – ha concluso il sottosegretario Musumeci – che l’ammortizzatore sociale è sempre una soluzione temporanea e che il problema delle prospettive del settore resta aperto e va affrontato in un altro tavolo con il coinvolgimento attivo dell’ impresa, dei sindacati e  della Regione”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin