Un’altra agenzia scommette sul fallimento dell’Italia e ci declassa

116

Anche Fitch, la terza tra le grandi agenzie di rating mondiale taglia il grado di affidabilità del debito sovrano italiano. Fitch ha tagliato anche il rating sul debito sovrano spagnolo, a causa dei rischi di crescita lenta e dell’alto debito regionale.

Anche Fitch dunque declassa l’Italia, abbassando il rating sovrano di lungo termine a “A+” da “AA-“, con outlook negativo. La valutazione di breve termine scende a “F1” da “F1+”. Il downgrade riflette “l’intensificarsi della crisi della zona euro che costituisce un significativo shock finanziario ed economico che ha indebolito il profilo di rischio sovrano dell’Italia”, spiega Fitch in una nota, sottolineando che “una soluzione credibile e complessiva della crisi è politicamente e tecnicamente complessa e ci vorrà tempo per realizzarla a per guadagnare la fiducia degli investitori”.