Gioia Tauro, la Guardia Costiera sequestra la discarica abusiva del fiume Budello

99

Su disposizione del Comandante della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro Capitano di Fregata (CP) Diego Tomat, gli uomini della Sezione di Polizia Marittima ed Ambiente hanno posto sotto sequestro penale un’area demaniale marittima adibita a discarica abusiva. La zona, che si trova in prossimità della foce del fiume Budello, ha un’estensione di circa 150 mq. e nei giorni scorsi è stata interessata da un incendio di natura dolosa, per il quale è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco. L’area è interessata da uno smaltimento illegale di materiale di risulta proveniente da demolizioni edili, pneumatici e rifiuti di vario genere. La zona è stata posta sotto sequestro preventivo urgente dai militari della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro ed i fatti sono stati riferiti alla Procura della Repubblica. Il materiale sequestrato, in considerazione dello stato di degrado e per l’ incendio dei giorni scorsi, si può considerare, a tutti gli effetti, un rifiuto pericoloso. Il reato accertato è previsto dal decreto legislativo n. 152/2006, meglio conosciuto come “Testo unico in materia ambientale”, che punisce con l’arresto lo smaltimento illegale di rifiuti su aree non autorizzate. Particolare soddisfazione è stata espressa dal comandante Tomat per l’operazione, sottolineando la massima attenzione della Guardia Costiera di Gioia Tauro alle problematiche ambientali.