Cagliari, l’isola non vuole le servitù militari

La Sardegna si ribella. Un sit-in ogni trenta giorni, il 15 di ogni mese, in piazza del Carmine a Cagliari per protestare contro le servitù militari nell’isola e denunciare il pericolo tumori. Con uno striscione e una bandiera viola è tornata in città la protesta del comitato ”Gettiamo le basi” e dell’Associazione Famiglie di militari uccisi, con una manifestazione davanti alla sede della rappresentanza del Governo a Cagliari. Il messaggio è chiaro: ”I sit-in andranno avanti sin quando non ci saranno delle risposte”, ha spiegato Mariella Cao, portavoce di “Gettiamo le basi”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin