Serie A si parte apre la Lazio chiude il Palermo e per la Roma c’è il Cagliari

L’attesa è finita. Fra pochissimo in campo Milan-Lazio (ore 20:45) e si parte con il campionato di serie A che domani registra Cesena-Napoli (sempre alle 20,45). Un campionato che inizia dalla seconda giornata in calendario, dopo lo sciopero del 28 agosto che ha fatto slittare il primo turno. La Juventus, reduce dalla festa di inaugurazione del suo nuovo stadio, esordirà in casa contro il Parma alle ore 12:30, mentre la nuova Inter di Gasperini giocherà nel posticipo serale a Palermo.

MILAN-LAZIO (stasera ore 20,45)
MILAN: Van Bommel a riposo, in regia ci sarà Ambrosini con Aquilani mezzala. Risolto il dubbio Cassano-Pato in attacco: giocherà il barese affianco a Ibra. Allegri non sa ancora se potrà utilizzare Abbiati (problemi al collo) o dovrà sostituirlo con Amelia: decisivo il provino prima della partita. Sulla fascia Antonini al posto di Bonera.
LAZIO: Pochi dubbi per Reja. L’unico riguarda la fascia destra della difesa dove Konko è insidiato dal più rodato Diakite. Tra i pali c’è Bizzarri, in panchina si rivede Carrizo.

CESENA-NAPOLI(domani ore 20,45)

CESENA: Francesco Antonioli non sarà in campo contro il Napoli. Il numero 1 del Cesena si sottoporrà nei prossimi giorni ad accertamenti al polpaccio sinistro. Giocherà Ravaglia. Giampaolo si riserva anche un dubbio per reparto: in difesa c’è Benalouane favorito su Rossi, a centrocampo Colucci non è al 100 per cento e quindi partirà dalla panchina, in attacco Ghezzal e Martinez non sono al meglio ed è probabile una staffetta (ma non va escluso il lancio a sorpresa del diciannovenne paraguaiano Meza Colli).
NAPOLI: A sorpresa, sono rimasti a casa Grava e Lucarelli, oltre a Gargano (squalificato), Donadel e Britos (infortunati), mentre sono presenti gli ultimi arrivati in casa azzurra Chavez e Fideleff, oltre a Pandev. Quest’ultimo è in ballottaggio con Hamsik e potrebbe partire titolare. Mazzarri è tentato anche dal far riposare Christian Maggio, ma Zuniga è rientrato soltanto giovedì dagli impegni con la Colombia.

JUVENTUS-PARMA (domenica ore 12,30)
JUVENTUS: Conte ha lavorato con il gruppo al completo, ad eccezione di Iaquinta che tornerà a fine settembre. Krasic e Vucinic hanno recuperato dai rispettivi infortuni e domenica saranno a disposizione: difficile comunque che l’ex giallorosso possa partire dal primo minuto contro gli emiliani. Al 99% toccherà alla coppia Matri e Del Piero, ma la rifinitura di domani mattina schiarirà le idee a Conte.
PARMA: In attacco Pellè dovrebbe essere in vantaggio su Crespo e Floccari mentre le corsie laterali avranno in Valiani e Modesto i corridori prescelti. Intanto la società ha reso noto che Fernando Marques è tornato questa mattina ad allenarsi al centro sportivo di Collecchio: vestirà la maglia numero 32 e, dopo un periodo di recupero fisico dovuto alla lunga inattività, ricomincerà a lavorare con i compagni.

CATANIA-SIENA (domenica ore 15)
CATANIA: Vincenzo Montella sta valutando i progressi di Potenza, che potrebbe adattarsi al centro della difesa, ma anche la voglia di emergere di Bellusci, oltre al fatto che anche l’argentino Paglialunga è diventato una delle possibili soluzioni. La rifinitura di domani e le convocazioni diranno qualcosa in più anche in merito alle scelte in attacco: Lopez e Gomez sembrano inattaccabili, mentre sarà corsa a tre per l’ultimo posto nel tridente offensivo. Candidati Lanzafame, Bergessio e Catellani.
SIENA: Seduta tecnico-tattica a Colle Val d’Elsa. Lavoro di recupero per Angella e Reginaldo, allenamento personalizzato per Belmonte. Sannino conferma il 4-4-2, qualche dubbio in attacco e in difesa.

CHIEVO-NOVARA (domenica ore 15)
CHIEVO: Allenamento al completo finalmente per il tecnico Di Carlo col ritorno di tutti i nazionali
NOVARA: Pablo Granoche si candida a una maglia da titolare: l’attaccante uruguaiano, in gran forma, sembra aver sorpassato nel ballottaggio di reparto il brasiliano Jeda. A riposo, nonostante abbia completamente recuperato dall’infortunio, il giapponese Morimoto. A centrocampo si va verso la conferma di Marianini e Porcari con l’inserimento di Pesce (e non di Giorgi, in panchina) al posto dello squalificato Rigoni.

FIORENTINA-BOLOGNA (domenica ore 15)

FIORENTINA: Formazione quasi fatta con Cassani favorito su De Silvestri. Natali affiancherà Gamberini, a centrocampo Lazzari sostituirà Vargas. Davanti spazio al tridente Cerci-Gilardino-Jovetic.
BOLOGNA: Bisoli conferma, allenamento dopo l’allenamento, l’idea di voler adottare un assetto prudente per la sfida del Franchi, avanzando Kone nel ruolo di trequartista aggiunto con Di Vaio unica punta. Il Bologna dovrà fare a meno di tre squalificati: tra questi Gaston Ramirez che nelle ultime settimane di mercato è stato molto vicino alla Fiorentina.

GENOA-ATALANTA (domenica ore 15)
GENOA: Dainelli è guarito, ma tornerà disponibile soltanto la prossima settimana. Out Merkel e Zè Eduardo. Malesani all’ultimo potrebbe optare per il 4-4-2 con ballottaggio tra Rossi e Birsa sulla fascia destra. L’alternativa è il 4-3-1-2 con lo sloveno dietro alle punte
ATALANTA: Colantuono ha convocato 20 giocatori: non ci sono Brighi e Manfredini alle prese entrambi con problemi muscolari di lieve entità. Sono rimasti a Bergamo anche Ardemagni, Ferri e Pettinari, e gli infortunati Ferreira Pinto e Minotti. E’ stato invece convocato un giovane centrocampista della Primavera, Agazzi, che avrà la maglia numero 34. Per quanto riguarda la formazione il tecnico sembra avere un solo dubbio: Schelotto o Bonaventura sulla fascia destra con il primo che sembra favorito. Dietro vista l’assenza di Manfredini, sarà Capelli ad affiancare Lucchini al centro della difesa.

LECCE-UDINESE (domenica ore 15)
LECCE: Nella seduta di oggi pomeriggio a Calimera, Di Francesco ha provato gli schemi sui corner e sui calci piazzati. Abbozzata una probabile formazione titolare, con Cuadrado nel tridente a supporto di Corvia e Di Michele. Non si è allenato Strasser, che lamenta una fastidiosa fascite plantare al piede sinistro e dunque non dovrebbe essere disponibile. Hanno svolto lavoro differenziato anche Carrozzieri e Pasquato.
UDINESE: Nel primo pomeriggio ottenuto il via libera dalla Federazione per il tesseramento di Roberto Pereyra. L’argentino è quindi utilizzabile da Guidolin, che con molta probabilità lo porterà con sé a Lecce, ma è improbabile che il ventenne argentino esordisca in Salento, considerato il poco tempo avuto a disposizione per farsi conoscere da tecnico e compagni. Più probabile, invece, che Guidolin si affidi al rientrante Armero, tornato ad allenarsi in gruppo dopo la lunga trasferta con la nazionale colombiana. L’Udinese a Lecce sarà priva di Floro Flores (domani è prevista un’ecografia) e dei vari Barreto, Coda e Ferronetti. Ci sarà invece il romeno Torje accanto a Di Natale.

ROMA: Anche se tornati in gruppo, Juan, Pizarro e Lamela appaiono ancora indietro. Provato Cassetti ancora nel ruolo di centrale difensivo. Se così fosse, toccherebbe ancora a Rosi giocare a destra. Pjanic sta bene, ma potrebbe non essere schierato dall’inizio. Da decidere chi giocherà centrale davanti alla difesa: De Rossi è il migliore ma anche il più duttile.

CAGLIARI: Thiago Ribeiro e Rui Sampaio al lavoro col gruppo. Il club di Cellino corre per completare l’iter del tesseramento della punta brasiliana e del mediano portoghese.

PALERMO-INTER (domenica ore 20,45)
PALERMO: Mangia ha potuto provare il nuovo modulo per la prima volta con tutto l’organico a disposizione dopo il rientro dei nazionali. Formazione: Hernandez resta in vantaggio su Pinilla
INTER: Oltre a Poli e Cordoba, certe le assenze di Thiago Motta e Chivu. In dubbio Castellazzi, che ha un affaticamento alla gamba.