Le frequentazioni con la Began costano caro ad Italo Bocchino

83

Italo Bocchino è allo sbando sia con il Fli, che più che Futuro e Libertà è il partito degli afFLItti ed anche sul piano personale con la vicenda Began, “persona che avrei fatto bene a non frequentare, seppure questo sia accaduto attraverso amici comuni, e qua mi fermo visto il livello delle persone di cui parliamo”. In questa vicenda, rileva l’esponente futurista, c’è “gossip senza minorenni e buste di denaro contante”, ma comunque si tratta di un gossip “costruito per danneggiare l’immagine politica dell’avversario, quando si sa che dopo aver scavato la sua vita a fondo non ci sono argomenti politici e personale” per colpirlo. “Quello che mi ha fatto più piacere è stata una telefonata ricevuta da Alfonso Signorini, il suo sdegno al telefono per questa operazione montata ad arte mi ha fatto capire che anche nell’ambiente berlusconiano si sa distinguere tra cronaca rosa, cattiverie e il modo insano di colpire l’avversario politico”. “Questa vicenda – conclude Bocchino – è stata un’arma distrazione di massa”. E’ utile ricordare che la Began minaccia di denunciare Bocchino per stalking. L’avvenente attrice (in foto), infatti, sarebbe stata “molestata” dal rappresentante di Gianfranco Fini che viene fuori da una dolorosa separazione con la moglie…