Roma Capitale, dal Pincio la protesta dei disabili contro i tagli

87

Uno striscione pendente dal balcone del Pincio, calato da un gruppo di persone con disabilità che, sulle loro carrozzine, sfidando ghiaia e gradini, hanno effettuato un blitz a sorpresa per protestare contro i tagli all’assistenza e ai servizi alle persone più fragili. Un blitz che prepara le grandi manifestazioni con cortei indette dalle associazioni di categoria per sabato 10 e domenica 11 settembre nella Capitale. “Hanno ignorato i nostri appelli e non c’è stata nessuna marcia indietro sull’assistenza – afferma Pietro Barbieri, presidente della Fish, la Federazione italiana superamento handicap, che ha organizzato l’azione dimostrativa – . Nella Manovra di luglio e in quella in via di approvazione è prevista una delega al Governo per la riforma assistenziale e fiscale che deve recuperare tra i 20 e i 40 miliardi di euro in tre anni”. L’iter legislativo è ancora nebuloso. “Di certo – ragiona Barbieri – la mannaia si abbatterà, a scelta, su invalidità civile, pensioni di reversibilità, detrazioni fiscali: una di queste tre prestazioni andrà persa”.