Lucca, entrati ufficialmente in giunta sia Moschini che Bandoni in quota Pdl

La giunta municipale è ufficialmente composta da sei componenti, visto che gli assessori del Pdl hanno già firmato, nel caso di Lido Moschini ed ha inviato una lettera di accettazione nel caso della Bandoni fuori Lucca ancora per qualche giorno.  “Sono soddisfatto dell’intesa raggiunta che torna a sancire la volontà di lavorare insieme e che ha consolidato nuovamente una maggioranza consistente che mira a portare a compimento i tanti progetti già in cantiere”. Con queste parole il sindaco Mauro Favilla torna a confermare la chiusura del periodo di assestamento che ha segnato questo caldo agosto. “E’ chiaro che ci troviamo con una nuova espressione politica – aggiunge il primo cittadino – Forza Lucca, alleata, e quando ci sono nuovi alleati è necessario un qualche aggiustamento per governare insieme”. A chi gli chiede quando completerà la rosa della giunta il sindaco conferma: “Il prima possibile. Al massimo posso aspettare fino alla fine di agosto, perché adesso con la giunta composta da sei assessori possiamo proseguire a lavorare in serenità”. Sulla questione Dinelli ribadisce: “Quando ci sono nuovi alleati si deve lavorare insieme, non è ammissibile che ci siano delle eccessive rigidità”. Il sindaco si dice tranquillo anche perché le incomprensioni sorte non hanno interessato il programma: “Tutti i partiti si sono detti d’accordo sul programma che stiamo realizzando: tanto che è stato approvato il bilancio di previsione 2011 accompagnato da un dettagliato programma di opere pubbliche che arriva fino al 2013. Quindi si è trattato di fare un’opera per mettere d’accordo le persone, ma d’altronde, il ruolo del sindaco richiede anche la capacità di mediare. Non ho voluto chiudere questa esperienza per senso di responsabilità vero si cittadini, perché ho ricevuto un preciso mandato dagli elettori, che hanno approvato con il loro voto un programma elettorale che voglio completare”.  Parlando delle priorità il primo cittadino indica alcuni lavori urgenti che sono già stati avviati perché la giunta di fatto si è fermata solamente per meno di una settimana: “Prima di tutto le fognatura: stiamo trattando infatti con l’assessore regionale per far ripartire le opere già appaltate – sottolinea il sindaco Mauro Favilla –, dobbiamo quindi realizzare un accordo integrativo sulla base delle ultime intese raggiunte, sicuramente, poi, la gara per i lavori al Mercato del Carmine, ma anche gli importanti lavori che stiamo portando avanti nella ristrutturazione complessiva degli edifici scolastici con la costruzione di un nuovo asilo a S. Anna e del novo plesso scolastico per Tempagnano. Abbiamo anche un programma intenso di manutenzioni stradali e di lavori pubblici, per esempio abbiamo da realizzare quattro nuove rotonde già finanziate, e  siamo impegnati a proseguire anche nel rilancio e nella riqualificazione della città. A settembre c’è l’attesa riapertura della casa natale di Puccini per il quale ci siamo impegnati in una promozione internazionale senza precedenti. Poi a fine anno c’è da far partire i cantieri del Piuss, per riportare in vita un’ampia area della città attualmente quasi in stato di abbandono nell’area dell’ex Manifattura Tabacchi”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin