Camerino Festival, serata di San Lorenzo con la fiaba di Peer Gynt

Serata di San Lorenzo con la fiaba che approda al Camerino Festival. Mercoledì 10 agosto si torna nel teatro Filippo Marchetti per “Un Peer Gynt da camera”, dramma fiabesco scritto da Luigi Maio, liberamente ispirato al poema del drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, per il quale il musicista Evdard Grieg scrisse le musiche di scena. L’opera di Luigi Maio prevede, accanto alla partecipazione del poliedrico e geniale attore genovese, quella del grande pianista Bruno Canino, impegnato nelle deliziose suites pianistiche scritte da Grieg. Maio cercherà dunque di restituirci la sulfurea fiaba di Peer Gynt alla sua originale dimensione teatral musicale attraverso una dinamica concertazione tra note e parole, un’alchimia sognata e allestita dagli autori Ibsen e Grieg, nel 1876. “Ho sempre sognato di fondere i personali trasformismi attorali (o meglio, ‘musicattorali’) con quelli pianistici del grande Bruno Canino, per restituire la sulfurea fiaba di Peer Gynt alla sua originale dimensione teatral musicale attraverso una dinamica concertazione tra note e parole, un’alchimia sognata e allestita dagli autori Ibsen e Grieg, coloro che, nel 1876 a Oslo, diedero voce e canto a quel bizzarro ‘ragazzaccio’ del nord…”, spiega Luigi Maio. Il norvegese Peer Gynt è una figura affine a quella italianissima di Pinocchio. Un giovane scavezzacollo che, alla ricerca del facile successo, arriva a negare la sua natura umana per divenire Re dei Troll e sposare la mostruosa figlia del Vecchio Brose, il Sovrano della Montagna. Ma, alla fine dei suoi giorni, Peer scoprirà di non aver mai operato nella vita una scelta definitiva, di non esser mai stato quindi un vero uomo né un vero demonio: al pari degli ignavi danteschi, anche lui tra la Luce e le Tenebre ha scelto la penombra, rimanendo all’oscuro di ogni verità.  La biglietteria del Camerino Festival, sita presso corso V. Emanuele II (ingresso di fianco al Teatro), aprirà nei giorni di spettacolo alle ore 19.30: tel. 0737.636041, info@gmicamerino.itwww.camerinofestival.it.