Serr’Arte…e gusto di Serfunghi Calabria

Tre gironi dedicati al “saper fare”, alla conoscenza dei metodi di lavorazione, alla bellezza delle opere frutto dell’intelligenza e della manualità. E ancora Stands espositivi che costellano il centro della cittadina della Certosa, concerti e dibattiti atti ad individuare una via per evitare che un patrimonio d’idee e di esperienze vada definitivamente disperso. La manifestazione “Serr’Arte” costituisce un momento per il recupero degli antichi mestieri praticati nel territorio del Parco delle Serre in cui la ricerca storica si mescola con la scelta di una strada da percorrere per raggiungere lo sviluppo sostenibile. Nel convegno di apertura, svoltosi a palazzo Chimirri e moderato da Angelo Rizzo, diversi attori istituzionali e i rappresentanti di categoria si sono confrontati gettando le basi per un percorso condiviso, generato dalla concertazione e dalla voglia di riscatto. Fattore comune a tutti gli interventi è stata l’intenzione di conservare e valorizzare le radici di un popolo che è stato ammirato per la sua abilità nelle tecniche di lavorazione. Dal sindaco di Serra San Bruno (VV) Bruno Rosi, che ha sottolineato l’importanza di “far emergere le nostre potenzialità”, al commissario del Parco delle Serre Salvatore Carchidi, che ha riflettuto sugli “effetti dell’unificazione dell’Italia” e sui “risultati ottenuti dai maestri artigiani”, tutti hanno scommesso sulla possibilità di aprire una nuova fase, in cui l’attenzione per le eccellenze locali sia effettiva e non di facciata. L’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi, dopo aver ricordato lo stanziamento di “120 milioni di euro per le imprese”  e l’espletamento dei bandi per l’accesso al credito e per la ristrutturazione finanziaria, ha posto l’accento sull’esigenza di mettere in atto “una strategia a lungo termine” puntando sui “finanziamenti mirati” anziché su quelli “a pioggia” e coinvolgendo “i giovani nel processo di sviluppo”. Il presidente provinciale del Cna Giovanni Cugliari e il presidente provinciale di Casartigianati Mario Malfarà Sacchini si sono soffermati sul modo di vedere “la pietra ed il legno come essenze vitali di questo territorio” e sul rilancio degli organismi rappresentativi delle classi produttive, mentre l’amministratore delegato del Coser Stefano Zirilli ha insistito sulla “promozione e sul ruolo del marketing dell’artigianato” proponendo di “attivare una serie di consulenze verso gli enti locali per il supporto dell’artigianato artistico”. Fondamentale è, in ogni caso, “fare rete” inserendosi perfettamente nel tessuto sociale e commerciale. Il presidente della Commissione “Attività sociali, sanitarie, culturali, formative” Nazzareno Salerno ha effettuato l’excursus che ha portato dalla “realizzazione di capolavori” alla “chiusura delle botteghe artigiane” ficcando il dito nelle piaghe di una realtà attuale  in cui persistono i problemi inerenti “il credito, la commercializzazione dei prodotti e la formazione degli artigiani”. Destinatari di avvisi sono stati la politica, che “deve fare la sua parte fornendo strumenti adeguati”, ma anche “chi è in prima fila e deve assumersi le sue responsabilità”. Quindi Salerno ha esposto il progetto di “costituire un tavolo permanente per fare il punto della situazione in maniera periodica e raffrontare la programmazione con ciò che è stato realizzato” e ha stabilito la priorità nel “vivere nell’ordinario”. In tutto questo, il Parco delle Serre “può svolgere un ruolo di coordinamento e di interfaccia con la Regione”. Soddisfazione per l’organizzazione dell’evento è stata espressa dal presidente dell’associazione culturale “Amici della musica”, Bruno De Caria, che ha rilevato l’opportunità di “farci sentire adesso che abbiamo una classe politica capace”. Un grande appuntamento che offre la possibilità di conoscere da vicino l’arte e la bellezza di Serra San Bruno, centro montano meta del turismo religioso, sede della Certosa di San Brunone di Colonia, dove il prossimo 9 novembre si recherà in visita il Papa. Un’occasione anche per gustare i funghi di Serfunghi Calabria di Luigi Calabretta con tutte le specialità e le prelibatezze gastronomiche prodotte dalla prestigiosa azienda serrese che dispone anche di un punto vendita al centro del paese…

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin