Piano Sud, ecco il quadro completo delle opere per la Calabria

Nei prossimi anni la Calabriainsieme a tutta la Nazione dovrà affrontare sfide di grande complessità che soltanto disponendo di adeguate infrastrutture potranno essere superate. La sfida prioritaria sarà quella di riuscire a stare al passo con il resto d’Europa e di diventare porta di accesso al Mediterraneo. Per partecipare attivamente alle grandi trasformazioni in atto diviene quindi fondamentale investire nello sviluppo del territorio accorciando il gap economico che separa le regioni sottosviluppate del sud come la nostra da quelle tecnologicamente avanzate come quelle del nord. In questa direzione sta andando la politica del governo Berlusconi che ha appena varato il Piano per il sud. Come annunciato dal ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, il Cipe ha infatti approvato le opere per il meridione e altri importanti interventi. “Si tratta di infrastrutture – ha detto  il sen. Francesco Bevilacqua-  per complessivi 9 miliardi di euro circa, di cui oltre 7 miliardi a valere sui fondi Fas che finanziano il Piano per il Sud” e di interventi che “daranno certamente un forte impulso allo sviluppo”. Le numerose opere inserite nel Piano sono tutte immediatamente cantierabili e interessanola Calabria per circa 1 miliardo di euro. Tra esse figurano:  STRADA MIRTO-CROSIA LONGOBUCCO Si completa l’itinerario di collegamento tra Mirto Crosia e Longobucco, intervenendo sul tratto terminale, già in parte finanziato, a connessione della località Destro con Longobucco e prevedendo le risorse per la definizione del tracciato. L’itinerario serve un vasto territorio nell’ambito della Provincia Cosentina e consente di bypassare l’unica arteria di collegamento dell’area SS 177, caratterizzata da un tracciato estremamente tortuoso. STRADA STATALE 182 “TRASVERSALE DELLE SERRE” Si prevede il completamento dell’itinerario di collegamento trasversale delle direttrici jonica e tirrenica a servizio dell’area centrale del territorio regionale calabrese. L’intervento è connesso anche alla realizzazione del Megalotto n. 2 della E90 in nuova sede, in fase di esecuzione da parte dell’ANAS a collegamento dei centri di Simeri e Squillace. L’intervento consente anche la piena finalizzazione dei rilevanti investimenti già mobilitati per la realizzazione dei lotti di tracciato completati ma, allo stato, non fruibili. STRADA “DUE MARI – MEDIO SAVUTO” Interventi sull’itinerario di collegamento tra la SS 616 Medio Savuto e la SS 280 dei Due Mari che serve un vasto territorio nell’ambito della Comunità Montana del Reventino e, in particolare, sul tratto di connessione tra i centri di Decollatura e S. Pietro Apostolo, finalizzato alla risoluzione dell’innesto sulla SS 280. STRADA STATALE 106 “JONICA” L’intervento realizza un bypass di una delle zone di maggiore congestione urbana (Locri-Siderno) a ridosso della statale esistente, risolvendo problemi storici di funzionalità e viabilità in questo tratto estremamente urbanizzato della SS 106. L’integrazione del finanziamento consente di completare e finalizzare pienamente l’infrastruttura già in fase di esecuzione. S.S. 106 ” JONICA” FIRMO-SIBARI L’intervento riguarda un’arteria primaria per i collegamenti su scala locale, nonché di intesse nazionale ed internazionale in direzione sud-nord. Il collegamento fra l’autostrada A3 e la SS. 106 esplica una fondamentale funzione di collegamento tra due itinerari importanti, la Salerno-Reggio Calabria ed il corridoio ionico Taranto-Sibari-Reggio Calabria. SCHEMA IDRICO DELL’ESARO Si prevede la realizzazione dello sbarramento del fiume Esaro all’altezza del centro di Cameli che consentirà l’accumulo di 100 mmc di cui si prevede l’uso plurimo. Il tutto finalizzato al potenziamento ed alla razionalizzazione degli schemi idrici a servizio di una vasta area territoriale della provincia di Cosenza. SCHEMA IDRICO DEL SISTEMA MENTA Si prevedono interventi di completamento che consentiranno la definitiva razionalizzazione dell’alimentazione idrica. PORTO DI CATANZARO LIDO Il Piano finanzia il completamento dell’infrastruttura portuale intervenendo sia sulle opere foranee sia sui fronti di accosto e riqualificando le aree a terra a servizio dell’infrastruttura. VALORIZZAZIONE DELL’AREA ARCHEOLOGICA DELL’ANTICA KROTON Si prevede il finanziamento un sistema coordinato di iniziative teso alla valorizzazione dell’area archeologica, previa bonifica e restituzione alla Comunità regionale di una zona di notevolissimo pregio culturale. Il piano prevede inoltre interventi per il sistema di mobilità della città di Reggio Calabria, la riconfigurazione della linea ferroviaria urbana di Reggio Calabria e la riqualificazione del contesto cittadino.  Sono previsti, altresì, interventi di completamento sull’asse autostradale Salerno-Reggio Calabria (circa 383 Km) ed investimenti per il potenziamento dell’elettrificazione sulla linea ferrata del medesimo tratto.  Il parlamentare vibonese unendosi alla grande soddisfazione del governatore Giuseppe Scopelliti sottolinea, inoltre, come il risultato raggiunto sia un importante segnale di attenzione versola Calabria, con l’intenzione di mettere in pratica un percorso virtuoso volto a creare le premesse di un rilancio di tutto il Meridione. È un momento importante per la nostra Regione, che, con l’assegnazione di queste risorse ha  finalmente gli strumenti per iniziare a imprimere una svolta decisiva ai processi di sviluppo economico, soprattutto se si considerano le infrastrutture strategiche che verranno finanziate come ad esempio la statale 106 e la trasversale delle Serre.

 

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin