Melicucco, omicidio Fossari estate di sangue nella Piana di Gioia Tauro

Ancora sangue sulla strade della piana di Gioia Tauro. Alle ore 14:00 davanti al cimitero di Melicucco è rimasto vittima Francesco Fossari, pregiudicato di 43 anni. Il commerciante, che aveva un negozio di infissi, stava percorrendo via Maggiore Medico Romano, la strada che da Anoia porta a Melicucco. Molto probabilmente si è fermato ed è sceso dalla sua A3 bianca (dove non risultano colpi di arma da fuoco) proprio di fronte al cimitero di Melicucco, e lì sarebbe stato freddato. Fossari già noto alle forze dell’ordine, era stato arrestato dai carabinieri nel 2008, dopo un mese di latitanza a Roccella Jonica, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari di Reggio Calabria, a seguito di una operazione volta a sgominare il traffico di stupefacenti nel territorio. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del Commissariato di Polistena, agli ordini del dirigente Pierfranco Amato, il sostituto procuratore della Repubblica di Palmi, Frettone, il medico legale Mario Matarazzo e i militari della locale stazione dei carabinieri di Melicucco, guidati dal maresciallo Scuderi. Numerosa la folla accorsa sul luogo. Tanto lo sgomento nella cittadina notoriamente tranquilla.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin