Melicucco, omicidio Fossari 14 colpi per uccidere l’ultimo in testa

E’ stato finito con un colpo in testa Francesco Fossari, il 43enne ucciso nelle prime ore del pomeriggio di oggi a Melicucco, nel Reggino. Secondo la prima ricostruzione dei fatti, pare che l’uomo sia stato attinto da almeno 12 colpi di pistola calibro 9×21. Quattordici, invece, sarebbero i colpi esplosi dal killer. Fossari, condannato nel 2008 per spaccio di stupefacenti, con ogni probabilità conosceva il suo assassino. Gli investigatori, giunti sul luogo del delitto dopo circa 10 minuti dall’agguato (alle ore 14:10) hanno trovato la sua Audi A3 bianca ancora in moto e il corpo del 43enne a distanza di circa 10 metri dal mezzo. Il luogo del delitto è un’arteria che collega i piccoli centri di Melicucco con quello di Anoia. In quest’ultimo, Fossari gestiva un negozio di infissi insieme ai suoi fratelli. Le indagini sono condotte dagli agenti del commissariato di polizia di Polistena coordinati dalla procura di Palmi. Le indagini sono concentrate negli ambienti della criminalita’ di Melicucco, ma non si trascura la vita privata di Fossari.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin