Jason, Katia Reginella conferma di aver ucciso il figlio ma di aver affidato la sepoltura ad un’altra persona

“Il bambino è morto, ma non l’ho seppellito io. Ho solo accompagnato la persona che si è disfatta del corpicino”. Lo ha detto Katia Reginella, 24 anni, la madre del piccolo Jason, il neonato scomparso a Folignano, al suo legale Francesco Ciabattoni e al consulente della difesa Alessandro Meluzzi, che oggi sono stati in carcere a Teramo per parlare con lei. La donna ha anche indicato il luogo in cui il bambino è stato seppellito, ma non ha detto chiaramente chi sarebbe stato a portarcelo. Del fatto sono stati subito informati inquirenti e carabinieri. La Reginella, insistendo nella sua versione secondo cui Jason sarebbe morto dopo una caduta accidentale in casa, ha anche dichiarato che lei aveva intenzione di portarlo in ospedale, e che non voleva disfarsene nel modo descritto. Secondo il prof. Meluzzi questa versione della ragazza sarebbe credibile. La difesa, comunque, chiederà una perizia psichiatrica e un incidente probatorio sull’esito della relazione del consulente, oltre al trasferimento della giovane madre in una struttura più idonea.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin