Molfetta, la Polizia provinciale sequestra quasi dieci chili di prodotti ittici illegali

Nell’ambito dell’attività di controllo sulla filiera della pesca gli operatori della sezione “Ittico” della Polizia Provinciale di Bari hanno sequestrato a Molfetta 4,9 chili di prodotto ittico sottomisura, in particolare novellame di triglia (particolarmente pescato in questo periodo), posto in vendita da commercianti abusivi datisi alla fuga alla vista degli agenti, in violazione delle norme (art.15, lett. “C”, legge 963 del 1965 e successive integrazioni e modificazioni) che ne vietano la pesca detenzione e commercializzazione e 4 chili di “Limoni di Mare”, la cui detenzione e commercializzazione è vietata ai sensi dell’ordinanza P.G.R.P. n. 930 del 30/12/2004. L’operazione è stata condotta nell’atrio antistante il mercato di Piazza Minuto Pesce e all’interno del mercato rionale di via Madonna dei Martiri di Molfetta. Gli agenti, dopo aver effettuato il sequestro, hanno proceduto alla denuncia contro ignoti presso la Procura di Trani. Il novellame sequestrato è stato donato all’Istituto Suore Oblate di S. Benedetto Giuseppe Labre di Molfetta mentre i mitili, di dubbia provenienza e quindi potenzialmente nocivi alla salute, sono stati distrutti. Nei prossimi giorni l’attività di controllo sulla filiera della pesca continuerà senza sosta al fine di preservare la fauna marina. La normativa in vigore prevede sanzioni molto pesanti non solo per i  pescatori e i venditori ma anche per gli acquirenti

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin