Un eterno campionato per salvare il River Plate

Lo ha annunciato la Asociacion del futbol argentino (Afa), che per il campionato 2012-2013 ha intenzione di unire la prima e la seconda serie in un unico campionato. L’escamotage aiuterebbe in questo modo il River Plate. La storica squadra di Buenos Aires, nelle cui fila hanno militato stelle internazionali del calibro di Omar Sivori, Hernan Crespo e Gonzalo Higuain, per la prima volta in 110 anni è retrocessa nella Primera B nacional, la seconda divisione. La riforma del campionato di Primera division è stata approvata dall’Afa con 22 voti a favore e 4 astenuti: “Il nuovo torneo deve essere però ancora ratificato dal comitato esecutivo dell’Afa”, ha fatto sapere Ernesto Cherquis Bialo, portavoce della Federcalcio argentina. Una decisione che verrà presa il prossimo 18 ottobre e che entrerà in vigore a partire da agosto 2012. A quel punto, il campionato sarà composto dalle 20 squadre della serie A argentina e dalle 18 della B, dove adesso milita il River. Bialo ha anche affermato che, a partire dalla prossima stagione, non ci saranno retrocessioni in Primera B. Con questa decisione, che rivoluziona la storia del campionato argentino, cambieranno anche le modalità con cui una squadra retrocede dalla prima divisione. Fino a questa stagione, in Argentina, si scendeva in seconda categoria in base alla media dei punti delle ultime tre stagioni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin