Rho, minorenni violentavano ragazza disabile di 12 anni

Arrestati dai carabinieri di Rho, Comune alle porte di Milano, con l’accusa di aver abusato di una 12enne disabile con deficit psicologico. Il fatto risale allo scorso mese di marzo e si è consumato nei garage di un condominio al confine tra i Comuni di Rho e Bollate. I minori, di 14 e 15 anni, definiti dagli inquirenti “ragazzi difficili, figli di un contesto sociale problematico”, studenti, incensurati, dopo aver attirato con una scusa nel seminterrato la ragazzina l’hanno costretta, in almeno due occasioni, a subire atti sessuali consistenti in rapporti orali. La vicenda non è emersa subito: per settimane la 12enne – peraltro disabile con deficit psicologico – e i suoi familiari non hanno denunciato il fatto. Nessun contributo da parte degli altri condomini che hanno dato “l’impressione di voler coprire gli autori della violenza”, a detta degli investigatori. Le indagini dei militari, con il contributo dei servizi sociali del Comune, hanno consentito a poco a poco di fare luce sugli abusi. Le indicazioni fornite dalla 12enne, finalmente convinta a parlare dagli stessi investigatori, hanno permesso di delineare un primo identikit e quindi di identificare gli autori del reato. Il riconoscimento fotografico da parte della vittima è stato la prova decisiva. Le risultanze investigative hanno indotto la Procura dei Minori a richiedere delle misure cautelari, soprattutto alla luce del pericolo che i due ragazzi potessero reiterare il reato. I due minori sono stati arrestati e portati in una comunità di recupero.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin