Torino terremoto, solo paura e lievi danni

I comuni prossimi all’epicentro sono stati Cantalupa, Pinasca Dubbione e Cumiana, nel Pinerolese, a ridosso delle montagne  olimpiche.  Il sisma è stato distintamente avvertito anche a Torino, soprattutto ai piani più alti e molti uffici sono stati evacuati. Tante segnalazioni anche dalla Valle di Susa: a Sestriere e Bardonecchia molte persone sono scese in strada. Per ora l’unica segnalazione riguardante case d’abitazione arrivata ai carabinieri riguarda una crepa apertasi in un edificio di corso Vercelli 79. La scossa ha determinato il distacco di alcuni massi dalle montagne circostanti la Sacra di San Michele, monumento simbolo del Piemonte. Le grosse pietre hanno sfiorato un edificio utilizzato per il convogliamento dell’acqua potabile. Il Comune di Chiusa di San Michele, a scopo precauzionale, ha deciso di chiudere al traffico pedonale tutti i sentieri della zona. Nel pomeriggio la circolazione ferroviaria è stata temporaneamente sospesa a scopo precauzionale sulle linee Torino-Modane  e Torino-Torre Pellice. La sospensione – spiegano a Trenitalia – è necessaria per consentire ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana di effettuare le verifiche sull’integrità dell’infrastruttura. Sono previsti ritardi sulle linee della Val di Susa e del Pinerolese con possibili ripercussioni – riferiscono da Trenitalia – anche nelle aree limitrofe.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin