Roma, confiscati 200 milioni alle famiglie di Cosoleto sotto chiave il Café e Paris ed George’s

Un altro duro colpo è stato inflitto agli appartenenti alla famiglia Alvaro- ramo di Cosoleto. Il locale Tribunale – sezione Misure di Prevenzione, su richiesta del Procuratore di Reggio Calabria, Pignatone, ha disposto laconfisca di 15 tra imprese e ditte individuali operanti, principalmente, nel settore dei servizi e della ristorazione. Si tratta di noti locali romani, tra i quali, il “Café de Paris” ed il ristorante “George’s” ed a cui si aggiungono quattro immobili di pregio, tre auto di lusso oltre a rapporti bancari, postali, assicurativi e denaro contante. Il tutto per un valore complessivo di 200 milioni di euro. Per arrivare al brillante risultato, con i provvedimenti oggi emessi dal Tribunale reggino, la Procura ed i finanzieri, nell’arco degli ultimi ventiquattro mesi, hanno sviluppato specifiche indagini tecniche, investigazioni finanziarie e bancarie, nonché informazioni tratte da segnalazioni di operazioni sospette, provenienti dagli intermediari finanziari. I particolari dell’operazione saranno illustrati presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria alle ore 10:30 di oggi alla presenza del Procuratore Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin