Incendio alla Tiburtina, metro B paralizzata disagi alla circolazione

Pesanti disagi a causa dell’incendio nella stazione Tiburtina di Roma. La circolazione è fortemente compromessa a causa del fumo sprigionato dalle fiamme. In un comunicato, Ferrovie dello Stato Italiane invitano “se possibile, a non prendere il treno qualora il proprio viaggio preveda il passaggio attraverso la stazione di Roma Tiburtina”. E’ stata anche sospesa la circolazione dei treni lungo la linea B della metropolitana. I vigili del fuoco sono riusciti ad entrare nei locali e hanno spento le fiamme. Si prevedono dunque, per la giornata di oggi, gravi conseguenze per la circolazione dei treni.  Già una decina di convogli ha subito ritardi significativi. Essendo quello di Roma Tiburtina un nodo strategico, si prevedono già per le prossime ore riflessi significativi su buona parte del sistema ferroviario, compreso quello dei treni ad alta velocità e a lunga percorrenza. A causa dell’incendio nell’area della stazione ferroviaria di Roma Tiburtina, il servizio della linea B della metropolitana è “momentaneamente sospeso e sostituito con bus su disposizione dei vigili del fuoco”. Lo rende noto Agenzia per la mobilità, spiegando anche che l’evento ha avuto conseguenze anche sul servizio bus, con la linea 30 deviata. Rallentamenti e cambi di percorsi, ci sono anche per i tram 2 e 19, ma stavolta per la caduta di un albero in via Ulisse Aldrovandi, alle 6,23 di stamani. La linea di tram 2 è sostituita con bus mentre la linea 19 non è attiva tra Galeno e Risorgimento e sostituita con bus navetta. L’incendio è tanto grave da aver di fatto quasi paralizzato la circolazione dei treni nel nodo della capitale. Inoltre si avranno riflessi sul traffico ferroviario per più giorni, sia per i treni pendolari, sia per alcuni a lunga percorrenza. Gli addetti di Trenitalia sono già al lavoro per approntare alcune modifiche agli orari dei treni; inoltre, la stazione Tiburtina diventerà per qualche giorno solo scalo di transito e non di arrivo e partenza di convogli.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin