La Polverini viaggia in elicolletero da Roma a Rieti con i soldi dei romani?

Poche decine di minuti in elicottero sono costate a Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, una bella quantità di polemiche. Giovedì pomeriggio la Polverini avrebbe utilizzato un elicottero per arrivare a Rieti e partecipare all’inaugurazione della Fiera mondiale del peperoncino. Ma, in tempo di ticket sanitari e di piani di rientro dal deficit, questo viaggio sui cieli del Lazio non è piaciuto all’opposizione. Che ha subito attaccato: “Ma come può parlare di tagli dei costi della politica?”. La presidente, infastidita, ha rimandato al mittente le accuse: “Non ho nulla da spiegare. Pago tutte le spese che faccio. L’importante è che non vado con i soldi pubblici, vai tranquillo caro” ha aggiunto rivolgendosi ad un giornalista. Le polemiche arrivano proprio nel giorno in cui maggioranza e opposizione in Regione cercano un dialogo sui costi della politica con ipotesi allo studio per ridurre le commissioni permanenti da sedici a dieci, l’addio ai mono gruppi e forse anche ai vitalizi. “Quale credibilità ha la Polverini se subito dopo aver inviato un comunicato in cui parlava di costi della politica da tagliare ha preso un elicottero per recarsi alla Fiera del peperoncino di Rieti?” attacca Nando Bonessio, presidente regionale dei Verdi. Appena arrivata all’aeroporto di Rieti, la Polverini è stata bersagliata dalle domande dei giornalisti. “Da Roma a Rieti in elicottero, cosi viaggia la presidente Polverini e nemmeno intende dare spiegazioni, perché evidentemente ritiene che i potenti non siano tenuti a farlo. Il problema però resta – commenta Enzo Foschi, consigliere Pd – a parte il cattivo gusto di andare in giro in elicottero quando i cittadini sono tartassati da ticket, alcune risposte vanno date: di chi è l’elicottero? Di una società privata? In questo caso chi ha pagato? Oppure è di una struttura regionale?”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin