Napoli, i napoletani fanno finta di non capire ancora aggressioni ai turisti

Due aggressioni da parte di rapinatori ai danni di turisti stranieri si sono concluse con il ferimento delle vittime, a Napoli. Il primo episodio in via San Giovanni maggiore Pignatelli, intorno alle 3: un turista britannico di 25 anni è stato avvicinato da due giovani che hanno provato a impossessarsi del suo orologio. Il turista ha reagito, e i due malviventi lo hanno colpito alla testa con il calcio di una pistola. Guarira’ in una settimana. Poco dopo le 5, in corso Meridionale, un cittadino statunitense è stato avvicinato da due giovani a piedi, che lo hanno bloccato con violenza costringendolo a consegnare portafogli e orologio. L’uomo è stato poi soccorso e portato in ospedale per una sospetta frattura alla spalla. Un fenomeno che preoccupa ed imbarazza la Napoli Bene, quella città che ha voglia di fare e di lavorare. Napoli ha troppi problemi (spazzatura, disoccupazione,…) per continuare a venire “umiliata” da ladruncoli senza scrupoli che pensano di fare guadagno aggredendo i turisti. Serve davvero una “rivolta” delle coscienze. Napoli è troppo preziosa per l’Italia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin