Ex Gdm, i lavoratori saranno reintegrati

I 495 dipendenti ex Gdm hanno accolto con un sospiro di sollievo le felici conclusioni della lunga riunione svoltasi in Prefettura a Reggio Calabria. La sintesi è questa: entro il 22 aprile 2012 il 100% della forza lavoro sarà riassorbita con una scalettatura concordata sottoposta a monitoraggio periodico. Entro il 20 agosto il 61% dei lavoratori tornerà dietro i banchi e fra i reparti mentre nei mesi successivi si provvederà a riprendere gli altri fino a completare l’organico con una cadenza sganciata da possibili variabili aleatorie come il fatturato. Entro dicembre si dovrebbe arrivare al 75% e nell’aprire del 2012, alla scadenza della cassa integrazione, la copertura prevista è al 100 per cento. Questa la conclusione, sottoscritta dalle parti, di una caldissima giornata iniziata con un corteo dei dipendenti che avevano portato fino alla prefettura una bara con tanto di manifesto funebre per la Gdm “che si spegne all’età di 25 anni”. L’impegno di Marcello Foti, titolare della Euro Logistik a rivedere la lista di inserimento dei dipendenti in base ai criteri oggettivi previsti dalla legge (carichi familiari, anzianità lavorativa, ecc.) insieme all’impegno a riprendere tutti gli ex Gdm anche prima dei tempi concordati se dovessero crearsi scenari di rilancio. Le spettanze arretrate saranno corrisposte in tempi brevi e le prospettive lavorative sembrano essere garantire dal marchio Pam i cui responsabili hanno dichiarato di credere concretamente nell’avventura reggina.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin