Vibo Valentia, la Penitenziaria rimane a piedi la solidarietà di Ammazzateci Tutti

“Purtroppo le notizie delle continue aggressioni nei confronti degli agenti di Polizia Penitenziaria sembrano non interessare a nessuno. Come vengono ignorate le costanti richieste di aiuto da parte di un Corpo di Polizia stremato da straordinari e da tagli, che non consentono neppure agli agenti di Vibo Valentia di accompagnare i detenuti in tribunale  per le udienze, in quanto sono finiti persino i fondi per rifornire di carburante i veicoli. Sono diminuite anche le assunzioni mentre continua ad aumentare vertiginosamente il numero dei suicidi degli uomini in divisa, e in particolare proprio degli agenti di Polizia Penitenziaria. Le uniche soluzioni possibili rimangono le stesse prospettate dai sindacati del Corpo di Polizia Penitenziaria: incrementare il numero delle assunzioni e lo stanziamento di maggiori risorse finanziarie per mezzi e rifornimenti, ma anche l’apertura di nuove strutture carcerarie, gli indulti non risolvono i problemi di sovraffollamento nelle carceri, e soprattutto, per noi i criminali devono rimanere in prigione”. Lo dichiara in una nota stampa Lia Staropoli, componente dell’Esecutivo Nazionale del Movimento Antimafia Ammazzateci Tutti.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin