Roma, allo scoperto la Capitale dell’usura e delle estorsioni

Maxi operazione della Squadra Mobile coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, su usura, riciclaggio ed estorsioni nella capitale. Sono 11 le ordinanze di custodia cautelare e 54 le perquisizioni attualmente in corso. Tra le vittime, un centinaio, medici, imprenditori, commercianti e personaggi dello spettacolo. Il Gip del Tribunale di Roma ha disposto, su richiesta del Procuratore Distrettuale Giancarlo Capaldo e dal Sostituto Procuratore Francesco Minisci, il sequestro di 10 immobili, 9 società, 12 automezzi e 3 circoli dove si praticava il gioco d’azzardo. Nell’operazione sono coinvolti oltre 400 uomini della Polizia di Stato, coordinati dal Dirigente della Squadra Mobile Vittorio Rizzi. Tra i destinatari delle misure di custodia cautelare anche personaggi un tempo affiliati alla cosiddetta Banda della Magliana, tra cui Sergio De Tomasi. Le indagini, in corso da quasi due anni, hanno permesso di ricostruire l’impressionante giro di affari che ruotava prevalentemente intorno alla famiglia di De Tomasi e che si può quantificare in movimentazioni di denaro per oltre 100.000 euro a settimana.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0