Milano, Accordo di Programma per le aree di Expo 2015

L’Accordo di Programma per le aree di Expo 2015 è stato firmato nella sede della società di gestione in via Rovello. Il documento, sottoscritto da Comune e Provincia di Milano, Regione Lombardia, Comune di Rho e Poste Italiane, sarà esaminato domani in una riunione straordinaria di Giunta, e sarà poi sottoposto al vaglio del Consiglio comunale. Per il sindaco Giuliano Pisapia si tratta di un primo obiettivo: “abbiamo evitato che da parte del Bie ci fossero misure gravi, addirittura la revoca dell’assegnazione dell’Expo alla nostra città. In questo modo potranno partire i lavori entro ottobre, perché il nostro impegno è realizzare un’Expo diffusa, che aiuti lo sviluppo sociale, culturale ed economico di Milano e dell’intero Paese”.  “Da parte del Comune di Milano – ha quindi assicurato il primo cittadino meneghino – ci saranno vincoli precisi per evitare speculazioni edilizie nelle aree di Expo. La società Arexpo, di cui l’Amministrazione comunale sarà socia, avrà un ruolo fondamentale rispetto all’utilizzo dei terreni, ma qualsiasi competenza urbanistica è e rimarrà del Comune, sia adesso sia successivamente”. L’Accordo prevede che sull’area Expo sorga il più grande parco d’Europa, con almeno il 56% dei terreni destinati a verde. Ci saranno poi 30mila metri quadri di ‘housing sociale’, oltre a opere e servizi permanenti a beneficio della collettività.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin