Roma, Alemanno il sindaco sceriffo anti prostitute

Gianni Alemanno, subissato dalle critiche sul tema sicurezza nella Capitale, prova a riscattarsi ed organizza un sopralluogo notturno in moto per le strade della città, poi pubblica un video messaggio sul suo blog. Il sindaco di Roma si scaglia contro la prostituzione e denuncia la scarsa presenza delle Forze dell’Ordine a presidio del territorio. “In vista dell’incontro che avrò con il Ministro dell’interno Roberto Maroni ho voluto prendere visione direttamente della situazione in città. Ho preso la moto, sono andato da solo, ho girato per le strade per circa due ore – racconta – Ci sono molte strade che sono in ordine, dove non c’è nessun segnale inquietante, ci sono però dei punti, variabile a seconda dei giorni, dove c’è un addensamento di prostituzione. Credo che sia assolutamente necessario approvare una legge che dichiari finalmente che la prostituzione in strada è un reato. Non c’è polizia, lo Stato faccia la sua parte”. Alemanno chiede al Ministro Maroni ed il Governo di dare maggiori risorse alle Forze dell’Ordine affinché si “avverta forte la presenza dello Stato contro una criminalità che si farà sempre più agguerrita”. Basterà ad Alemanno vestire i panni del sindaco sceriffo per recuperare popolarità fra i romani? E soprattutto i capitolini apprezzeranno il loro sindaco in versione leghista romano con le ronde in moto ed i proclami contro la prostituzione?
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin