Gioia Tauro, il Porto in crisi grazie a Malta e ai veti internazionali

Calabria battuta da Malta sul fronte portuale. Per tornare a sperare nella ripresa del Porto di Gioia Tauro si dovrebbe registrare un nuovo investimento da parte di Msc che dovrebbe entrare nella compagine del terminal container gestito da Medcenter, dove la sua principale concorrente Maersk (prima compagnia container al mondo) ha un terzo del capitale, nonostante abbia trasferito le sue navi a Malta. Azione che sta alla base dell’attuale crisi di Gioia Tauro. Se non si scioglierà questo nodo, sarà difficile che la Aponte possa muoversi liberamente dentro e fuori lo scalo.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin