Parma, la città si ribella al palazzo dei corrotti

72

Il Popolo viola in piazza insieme all’associazione antimafia Libera con suo leader per Parma Giuseppe La Pietra. Chiedono “legalità” e “che una volta confermate le accuse, gli arrestati restituiscano i soldi sottratti e gli amministratori ripristino la legalità”. E’ la Parma civile che si ribella contro il palazzo dei corrotti gridando ieri sera:  “a casa!”. I cori sono unanimi: “dimissioni dimissioni”. Obiettivo: far dimettere il sindaco Vignali. “Tolga i manifesti dalle strade” chiedono a gran voce e mercoledì è prevista nuova contestazione. L’amministrazione Vignali, travolta dallo scandalo mazzette al Comune, farebbe bene ricordarsi che in Italia esiste ancora l’istituto delle dimissioni.