La Spezia, il tavolo dell’Architettura

Lunedì 11 luglio alle 18, in piazza Cesare Battisti, verrà esposta l’installazione “Tavolo dell’Architettura” su progetto di Zaha Hadid Architects. Il Tavolo dell’Architettura è un volume scavato in un blocco di legno lamellare, progettato dallo studio dell’architetto Zaha Hadid, in occasione della Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, tenutasi a Padova nel 2009. Zaha Hadid, irachena di nascita e naturalizzata a Londra alla fine degli anni ’70, è uno gli interpreti più significativi nella scena mondiale del decostruttivismo ed è stata la prima donna a vincere nel 2004 il Premio Pritzker. Moltissimi i progetti realizzati in tutto il mondo, tra gli ultimi il MAXXI di Roma ed il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo. Il progetto nasce quale elemento urbano-espositore per i progetti partecipanti alla quarta edizione della mostra. Ben 430 progetti candidati al premio provenienti da 50 Paesi, dall’Italia al Giappone, dall’Argentina all’Australia agli Stati Uniti e India. Nella sua forma ad elica, l’oggetto che ha una lunghezza di 20 m, diventa sorpresa e attrazione per i passanti, un modo non convenzionale per avvicinare i cittadini all’architettura contemporanea. Il Tavolo resterà a La Spezia fino al mese di Settembre 2011, in seguito sarà visibile in altre città italiane ed europee per giungere a Tokyo in occasione del Congresso Mondiale degli Architetti. Parallelamente alla presenza del Tavolo dell’Architettura, la nostra città ospiterà presso i locali dell’Urban Center, la mostra con una selezione dei progetti partecipanti alla quarta edizione della Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”. Il Premio si propone di promuovere la qualità dell’architettura come obiettivo che tocca non solo le dimensioni del costruire e dell’abitare, ma anche lo stesso vivere nelle città. L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione “Barbara Cappochin” e dall’Ordine degli Architetti PPC di Padova insieme al Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori. Sempre all’interno dell’Urban Center, sarà presente la mostra dei progetti partecipanti al Premio Archiprix Italia 2010, il concorso nazionale rivolto ai giovani architetti e urbanisti, anch’esso organizzato dal C.N.A.P.P.C. sotto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Premio nasce dall’impegno degli Architetti italiani per promuovere il concorso di architettura quale efficace strumento per innalzare la qualità delle opere pubbliche e private e per far emergere nuovi talenti: premia le migliori tesi di laurea, discusse in Italia presso le Facoltà di Architettura e di Ingegneria Edile-Architettura, nel campo dell’architettura, dell’urbanistica, dell’architettura del paesaggio e del restauro architettonico. Nell’occasione verrà proiettato il video relativo a quest’ultima mostra, destinato appunto al Congresso Mondiale di Tokyo in rappresentanza del nostro paese.

Ufficio Stampa Comune della Spezia

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin